Documenti su “Educazione ed affettività”

Documenti su Educazione ed affettività

Questionario per capi.

Il questionario per i capi della zona da utilizzare per verificare le competenze sul tema di formazione capi è reperibile al seguente link.

Documenti preparatori.

Elenco dei documenti preparato dalla pattuglia operativa mista di consiglio e comitato di zona

Documenti di area cattolica

1) Congregazione per l’educazione cattolica – Roma, 12/12/1983

Orientamenti educativi sull’amore umano

1.-ORIENTAMENTI_EDUCATIVI_SULL_AMORE_UMANO-2-cap II pag 11

E’ un documento molto datato, ma può essere utile per cogliere la velocità dell’evoluzione delle dinamiche tra i sessi e l’orientamento del magistero

Ci sarebbe da approfondire eventualmente l’attuale posizione.

http://www.vatican.va/roman_curia/congregations/ccatheduc/index_it.htm

2) Chiara Giaccardi – LUMSA 2010:

Relazioni comunicative e affettive dei giovani nello scenario digitale (due files: rapporto di ricerca  e Summary)

Si tratta del rapporto finale di una ricerca dell’ Università Cattolica di Milano sulle dinamiche dei rapporti tra giovani di età R/S (18-24 anni), mediate dall’utilizzo dei social e in generale dei mezzi di comunicazione digitali. Interessante la profilazione degli utenti. Il limite è che nonostante sia del 2010 risulta datato per i mezzi tecnologici esaminati (non parla di WA), ma risulta comunque fondamentale per l’approfondimento del tema “relazionalità virtuale”.

La cartella contiene anche il CV di Chiara Giaccardo che si inquadra nell’area cattolica con la sua attività di pedagogista, docente e ricercatrice.

http://www.aiart.org/ita/web/item.asp?nav=3400

3) Branca L/C Incontro Incaricati Regionali, Roma, Novembre 2011

Linee per un’educazione all’amore ed all’affettivita’

3.-linee-per-una-educazione-amore-e-affettivita-

Tra retaggio del passato e attuale permissivismo consumistico, l’analisi è ovviamente concentrata sulla fascia di età L/C.

http://www.lazio.agesci.it/attachments/article/677/4.%20linee%20per%20una%20educazione%20amore%20e%20affettivita.pdf

4) Università di Pavia, giugno 2012.

Relazioni affettive e violenza nelle giovani coppie: incertezza, insicurezza, fragilità

4 – Report finale UNIVERSITA’ DI Pavia

Questo è il secondo di rapporto di una ricerca più ampia ed è quello che riguarda il nostro tema per le fasce di età 16-18 e 21-24.

Gli obiettivi dello studio sono:

  • comprendere in che modo i giovani definiscono i criteri di legittimità, in relazione ai quali un comportamento (verbale, o fisico) è definito violento,
  • capire come si intreccia la trasformazione dei modelli identitari maschili, oltre che femminili, con l’emergere di tali comportamenti,
  • mettere a fuoco le eventuali tensioni, generate dalla ricerca di nuovi equilibri fra i generi e le generazioni, alla luce del diverso orizzonte culturale di riferimento, che caratterizza la varietà di situazioni presenti nella realtà sociale dei contesti territoriali considerati.

http://www.lumsa.it/sites/default/files/ricerca/prin2008/Report_finale_Pavia.pdf

5) Mario Pollo

Il gruppo, luogo di apertura alla progettualità, La sfida dell’individuazione nell’adolescenza,

Tocca il tema della Relazionalità e contiene la Bibliografia dell’autore.

Sessualità

Sessualità – M. Pollo

L’articolo è una introduzione generale alla sessualità e all’educazione alla sessualità. Con taglio cattolico e riferimenti alla pastorale giovanile.

http://notedipastoralegiovanile.it/index.php?option=com_content&view=article&id=2964:sessualita&catid=94:npg­annata­2011&Itemid=207

La cartella contiene anche il CV. Interessante l’autore, docente alla LUMSA, di cui va approfondita la bibliografia.

Da vedere:

http://www.skuola.net/temi-saggi-svolti/saggi-brevi/tema-morale-giovani.html

Documenti su affettività e relazionalità

6) Raffaella Iafrate

L’educazione all’affettività e alla sessualità nella prospettiva relazionale-simbolica dei legami familiari e sociali – Raffaella Iafrate – marzo 2011 1_affettività_Iafrate

Intervento inserito nei corsi Teen Star (programma di affettività e sessualità).

Educare-all-affettivita

Il sito è pieno di materiale, tra cui nomi utili per gli approfondimenti. Documento ricco di bibliografia!

http://www.teenstar.it/articoli.asp

http://docenti.unicatt.it/ita/raffaella_iafrate/

7) Guido Banzatti, Maria Boerci, Roberta De Coppi

Educare alla Sessualità e all’Affettività – PSICOLOGIA, SCUOLA, FORMAZIONE: Riflessioni su un’esperienza di educazione sessuale agli adolescenti nelle scuole superiori – Gennaio 2010, Psicologia scuola formazione

BanzattiBoerziDeCoppi_Educare alla Sessualità e all’Affettività

8) Antonio Santoro

Educare all’amore – Educazioneamore_AntonioSantoro

http://www.oasicana.it/

9) Stefano Costa

Educazione all’amore, coeducazione e costruzione dell’identità di genere attraverso il metodo scout – riflessioni psicopedagogiche – 2005/2010 – Stefano Costa – Bologna, 17/12/2009 Educazione_amore_StefanoCosta

Documenti esplicitamente citati nel Progetto di Zona

  1. Capi in situazioni eticamente problematiche
  2. Carta-del-Coraggio
  3. progetto_nazionale_2012-2016
  4. linee per una educazione amore e affettività
  5. ORIENTAMENTI_EDUCATIVI_SULL_AMORE_UMANO-2

 

Allegati

Share

Concerto dell’Anonima Armonisti!

Conoscete l’Anonima Armonisti?!

E’ un gruppo vocale decisamente interessante!

MOLTO bravi e molto simpatici, hanno un repertorio molto vario.

Si esibiranno in un concerto di beneficenza a sostegno dei progetti della nostra Associazione Natinsieme.

Un evento musicale divertente e di qualità!

Venerdì 11 dicembre alle ore 21.00 presso il bellissimo Auditorium Antonianum che si trova in viale Manzoni 1, zona San Giovanni 

(http://www.auditoriumantonianum.it/gallery/)

Il concerto ha un biglietto di ingresso di 5€ grazie al quale saranno coperte le spese di organizzazione. Durante l’evento sarà possibile fare liberamente donazioni per sostenere i servizi che Natinsieme offre alle famiglie dei quartieri periferici di Roma sud-ovest.

Per acquistare i biglietti potete contattare Luca Migliaccio (I contatti li hanno i RRdZ).

Vi chiediamo di spargere la notizia e di prendere biglietti anche per i vostri amici e colleghi!! Sarà una serata divertente e di qualità!

Perché non mancare?!

Natinsieme sta portando avanti molte attività sociali innovative, apprezzate a livello nazionale e internazionale. Non ci siamo fermati all’attuale sensazione di immobilità generale. Abbiamo scelto di investire sulle capacità delle comunità territoriali e abbiamo bisogno di sostegno per continuare a costruire in questa direzione!

Aiutateci a diffondere cliccando il vostro parteciperò sull’evento Facebook!!

https://www.facebook.com/events/1500876956908141/

Vi aspettiamo!

Natinsieme e Anonima Armonisti

Per conoscere meglio l’Anonima Armonisti:

Link brano Dolcenera: https://www.youtube.com/watch?v=BzpEM5k8W2E

Link info sul gruppo: https://www.youtube.com/watch?v=bDvqIzfdums

Per sapere di più sui progetti di Natinsieme:

Il Progetto FamiglieInsieme

Tra marzo e Aprile 2014, attraverso la campagna di raccolta fondi “Uova di Pasqua 2014” che voi avete sostenuto, abbiamo potuto raccogliere più di 5000€. Un grande risultato!

Crediamo che in campo educativo e sociale questo tipo di fondi debbano essere utilizzati per integrare, non per sostituire, quei fondi che i cittadini affidano ogni anno alle amministrazioni locali. È per questo che abbiamo risposto all’Avviso Pubblico della Regione Lazio “Fraternità” mettendo a disposizione i fondi raccolti come cofinanziamento del nostro progetto, che è stato poi valutato e premiato con un contributo regionale di 15.000€.

Dunque grazie a queste azioni e al vostro prezioso sostegno abbiamo avviato il progetto FamiglieInsieme, caratterizzato da alcune attività rivolte a famiglie con figli da 0 a 6 anni.

FamiglieInsieme ha l’obiettivo di offrire un polo di aggregazione per le famiglie, finalizzato alla promozione del benessere familiare.

Destinatari del progetto sono le famiglie del territorio della ASL RMD con almeno un figlio da 0 a 6 anni, con particolare attenzione per i nuclei maggiormente a rischio di emarginazione sociale.

Le attività:

– spazio autogestito dedicato a incontri per genitori e attività di auto mutuo aiuto,

– apertura settimanale aggiuntiva dello Spazio Insieme già esistente, dedicata alle famiglie con bambini fino a 4 anni

– incontri di promozione dello sviluppo psicomotorio nei primi mesi di vita del bambino

– gruppi di massaggio infantile

– promozione e sostegno della solidarietà tra le famiglie e delle reti di relazione informali

– percorsi di formazione per baby sitter

Il progetto è cofinanziato dall’Assessorato alle Politiche Sociali della Regione Lazio e dall’Associazione Natinsieme, con il contributo dell’Assessorato alle Politiche Educative del Municipio Roma XI. Sostengono il progetto la Fondazione Opere Antoniane e la Bluevents s.r.l.

FamiglieInsieme è uno dei passi verso la realizzazione del Centro Famiglie Il Villaggio, un’offerta di spazi, servizi e strumenti gratuiti per il benessere di tutti i membri della famiglia. Come chiave, una forte integrazione multidisciplinare tra i servizi territoriali esistenti e tra gli enti pubblici e le associazioni.

Abbiamo ancora molta strada da fare per raggiungere l’obiettivo, ma siamo anche convinti di poterlo fare grazie al crescente coinvolgimento della comunità territoriale e al sostegno di chi come voi ha creduto in questo progetto!

Il Progetto Il Villaggio 

“Il Villaggio” è un progetto di integrazione educativa-socio-sanitaria al quale la nostra Associazione Natinsieme sta lavorando insieme al Municipio XI (Marconi-Portuense-Magliana-Trullo-Corviale) e a molti professionisti dei servizi territoriali.

Il progetto del Centro Famiglie “Il Villaggio” è rivolto a tutte le famiglie, con priorità per quelle con maggiori fragilità, e ha l’obiettivo di sostenere la genitorialità, in particolare nel periodo che va dalla gravidanza all’iscrizione al nido. Stiamo lavorando con successo per coordinare il progetto anche con il reparto di Neonatologia del San Camillo-Forlanini. E’ un progetto pilota che vorrebbe ampliarsi nel tempo ad altri municipi.

Accanto all’attivazione di alcuni servizi, l’obiettivo del progetto è quello di offrire uno spazio e degli operatori che possano promuovere l’attivazione di reti di solidarietà tra le famiglie. Ad oggi le risorse che venivano distribuite dall’altro sono bloccate: è indispensabile, per non soccombere socialmente, liberare le risorse e le energie della comunità territoriale.

Più in basso puoi trovare maggiori dettagli.

Altre informazioni sul progetto.

Il Centro Famiglie “Il Villaggio” ha l’obiettivo di generare risorse concrete per le famiglie.

Saranno attivati alcuni servizi, ma sopratutto saranno le famiglie a potersi attivare.

Il progetto prevede il lavoro congiunto di professionisti, volontari e famiglie.

Partiremo con l’assistenza alle famiglie in Terapia Intensiva Neonatale, il massaggio infantile e la consulenza psicologica per genitori di bambini 0-10 anni. Ma ancora più importante sarà

l’attivazione di reti di solidarietà tra le famiglie.

Ogni famiglia può offrire alcune risorse e ha bisogno di riceverne altre: sono necessari un luogo e delle persone che facilitino questo scambio. Per affrontare la crisi dei servizi occorre liberare le energie della comunità territoriale, molte realtà sociali lo stanno già dimostrando.

Ultimata una fase di prima progettazione, si stanno avviando incontri di progettazione partecipata tra i diversi enti coinvolti.

Come molte realtà sociali di successo, anche questo progetto sarà il risultato della cooperazione e del cofinanziamento tra enti pubblici, privato sociale e comunità territoriale. Le campagne di raccolta fondi promosse dall’Associazione Natinsieme sono tra le diverse azioni di cofinanziamento che gli enti coinvolti stanno intraprendendo per permettere l’avvio del progetto.

Share